Editoriale

 

La Mia Avanguardia

Giovedì 9 maggio abbiamo presentato a Roma il libro scritto da Adriano Tilgher sulla sua storia dal 1968 al 1975; si tratta della storia di Avanguardia Nazionale, un gruppo il cui nome è noto ai più ma la cui vera storia non conosce quasi nessuno. Precisazione necessaria, Adriano Tilgher non è uno storico ma un politico, e quindi questo libro non vuole solo ristabilire alcune verità ma vuole soprattutto indicare una strada per il domani. Infatti, non solo Avanguardia ha anticipato in quegli anni tematiche politiche che oggi risultano vincenti, ma ha costruito un esempio di comunità che dovrebbe diventare riferimento per le future generazioni.

Leggi tutto...

La Spina nel Fianco

 

Varsavia - Wounded Knee

Periferia Toscana primi anni ‘70, ricordi di un'infanzia tranquilla, fatta di famiglia, scuola, campi, bande e fortini, i miti erano i personaggi dei film Peplum, o Western, fruiti con mia nonna, in cinemini parrocchiali sgranocchiando lupini e "seme" (i popcorn arano ancora lontani da arrivare). C'erano Ercole, Sansone, Maciste, e gli indiani, quelli dei film di "cowboy", che in quegli anni grazie soprattutto all'apporto dato dai cosiddetti "spaghetti western" avevano cessato di essere rappresentati sempre come i cattivi. Pellicole come Piccolo grande uomo, Soldato blu, Un uomo chiamato Cavallo, e Corvo rosso non avrai il mio scalpo, avevano iniziato a descriverci un mondo diverso, dove i soldati blu, non erano certamente gli eroi.

Leggi tutto...

Questo sito si serve di cookies tecnici e di terze parti per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'uso dei cookies.