Le nuove libertà

Gioite gente, gioite! Abbiamo delle nuove libertà.

Finalmente possiamo liberamente vaccinarci. Nessuno ce lo può più impedire. Anzi possiamo farlo più volte in un anno fino a raggiungere l’assuefazione. Ed è gratis tutto: dal cosiddetto vaccino, agli enormi costi di conservazione dello stesso (almeno così dicevano), dalle strutture dove mi viene inoculato agli inoculatori e mi rilasciano anche un certificato.

Certo qualcuno queste cose le deve pagare: ma le paga lo stato, quel corpo a noi estraneo che ci fa sempre del bene. Ma i soldi allo stato chi li dà? Che domanda sciocca: le tasse ovviamente. Ma le tasse chi le versa? Io, sempre io. Allora sei tu a pagare i vaccini e tutto il resto. Già.

Ma non importa pensa che sono talmente libero di vaccinarmi che per farlo devo assolutamente firmare dei fogli che mi rendono responsabile di questa stupenda libertà per cui mi assumo totalmente la responsabilità di tutto quello che mi può accadere a causa del vaccino. Non mi sono mai sentito più libero.

Pensa quale altra grande libertà ho conquistato: mi hanno dato un modernissimo lasciapassare ecologico, si chiama “green pass”, non comprendo cosa significhi ma mi hanno detto che è verde e se è verde vuol dire che fa bene alla natura. Con questo dono stupendo sono libero di andare al bar, al ristorante, in palestra, in piscina, all’università, certo, queste cose devo pagarle, ma il certificato mi rende anche libero di andare al lavoro e con i soldi che guadagno, anche se mi impediscono di prenderli, posso andare in quei posti. L’unico problema è che non ho lavoro e trovarlo è diventato veramente difficile e quindi l’unico posto in cui posso andare è proprio quel posto che immaginate. Lo stesso posto dove sono libero di andare con l’altra nuova libertà che ho conquistato con il lasciapassare verde: quella di poter prendere i treni per andare a quel paese.

Ma fossero solo queste le libertà che mi stanno garantendo! Addirittura oggi ho la libertà di poter non manifestare il mio dissenso, anzi sono proprio agevolato nel non farlo, addirittura in alcune piazze d’Italia per evitare che qualcuno mi impedisca di non manifestare il mio dissenso hanno messo le transenne a tutela di questa mia libertà.

Vertici così elevati di libertà non ci sono mai stati nel mondo; anzi hanno allo studio dei provvedimenti ancora più alti e nobili dal punto di vista delle libertà fondamentali. Si pensa addirittura di giungere a mettere agli arresti domiciliari coloro che vogliono sottrarsi alle libertà garantite dalla nuova costituzione, quella del “green pass”.

Sono grato di queste nuove, enormi libertà e sono grato a Draghi, al suo governo, a tutti i partiti che lo sostengono e a tutti coloro che fingono di opporsi per renderlo più stabile.

Che dire agli uomini del PD, pronti a sacrificarsi per le nostre libertà? Anzi sono pronti a sacrificare oltre a se stessi anche i figli di tutti gli Italiani, anche quelli in fasce, per donare loro il vaccino ed il lasciapassare della felicità, anzi forse con una nuova legge di libertà potranno proporre l’arresto dei genitori che si dovessero opporre a così alta libertà.

Grazie PD, grazie ai tuoi fratelli 5 stelle, grazie ai tuoi ramoscelli vari di cui Speranza è il grande campione, grazie ai reduci Berlusconiani, grazie alla Lega di Giorgetti e Zaia, grazie alla Meloni e ai suoi fratellini.

Oggi posso dirmi felice perché tali vertici di libertà non li avevo mai raggiunti e penso agli ultimi 100 anni della nostra storia quando Croce era costretto da un bieco regime ad insegnare nelle Università, mentre i professori illuminati oggi hanno la libertà di andare ad insegnare all’aperto; quando i commercianti erano obbligati ad aprire i negozi, alla libertà che hanno oggi di chiudere per fallimento; quando i lavoratori e le famiglie dovevano subire le prime tutele sociali   rispetto alla suprema libertà odierna dei licenziamenti e della disgregazione.

Troppa libertà, potrei anche incazzarmi!!!

 

Immagine: https://41esimoparallelo.it/


0
0
0
s2smodern

Editoriale

 

Cretini? Forse. Traditori? Possibile

di Adriano Tilgher

La nostra Italia vive un momento difficile, molto difficile. Ma le cause non sono solo la pandemia e la crisi economica che ne consegue è, anche e soprattutto, il modo di agire della nostra classe dirigente, sia politica che amministrativa che tecnica. Ancora non si è capito o si finge di non capire che il Covid e le sue varianti sono qualcosa con cui si deve convivere finché non si troveranno delle cure appropriate, che, a mio avviso, si sarebbero già trovate se si fosse dato seguito alle indicazioni dei tanti coraggiosi medici che sul campo hanno, in numerosi casi, sconfitto la malattia. Invece si è preferito dare seguito al leggendario “vaccino” che non solo ci è costato tanto, ma non risolve il problema, perché da sempre scarsamente efficace e soprattutto i suoi effetti, per il momento solamente lenitivi, decadono in tempi molto brevi.

Leggi tutto...

La Spina nel Fianco

 

I biscotti di Korzybski

Primo dopoguerra, durante una lezione, all' "l'Institute of General Semantics," il suo fondatore il, filosofo e matematico polacco Alfred Korzybski si interruppe prese dalla sua borsa un pacchetto di biscotti avvolto in un foglio bianco e ne offrì agli studenti, dopo che molti avevano mangiato e gradito, Korzybski tolse il foglio bianco mostrando l'etichetta, sulla quale c'era scritto “biscotti per cani”. Gli studenti vedendo il pacchetto rimasero scioccati, alcuni si precipitarono verso i bagni tenendo le mani davanti alle bocca. L’inventore della “Semantica Generale” (GS) voleva dare dimostrazione pratica del fatto che gli esseri umani non si nutrono solo di cibo, ma anche di parole, in pratica è la lingua che determina la nostra visione del mondo. Ciò va a vantaggio di chi voglia operare una ridefinizione del mondo percepito tramite il linguaggio, come superbamente descritto da Orwell nel suo “1984”:

Leggi tutto...

Questo sito si serve di cookies tecnici e di terze parti per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'uso dei cookies.