Il Pensiero Forte ha bisogno di voi

Cari lettori e lettrici,

da anni ci impegniamo ad offrire a tutti voi la cultura non politicamente corretta, in ambito politico, geopolitico, filosofico, storico, economico, bioetico. Con grande passione, i nostri articolisti gratuitamente scrivono ogni settimana pezzi di altissimo livello, dando lustro e prestigio alla nostra realtà; la Redazione, senza alcun profitto né tornaconto, svolge un grande lavoro editoriale per rendervi disponibile la cultura che, ci auguriamo, sta dando luogo alla rinascita del Pensiero.
Non riceviamo fondi statali, né siamo sostenuti da fondazioni o enti privati: sin dal principio andiamo avanti autotassandoci e grazie alle donazioni che riceviamo durante le conferenze svolte in presenza e, in particolare, con il nostro Convegno Nazionale, momento centrale della nostra attività di formazione e divulgazione. Quest’anno complicato e i provvedimenti assunti dal Governo italiano, ci hanno impedito di realizzare gli eventi che ci consentono di andare avanti. Le spese ordinarie per mantenere in piedi il nostro progetto non sono, però, venute a mancare.
È per questa ragione che veniamo a chiedere a voi, nostri lettori e lettrici, un aiuto per poter andare avanti. Con una donazione libera, ci permetterete di chiudere questo anno col sorriso di chi sa di poter ancora proseguire nella propria missione, per voi tutti.


GRAZIE di cuore a tutti,

Adriano Tilgher, Direttore
Lorenzo Maria Pacini, Capo Redattore
Andrea Brizzi, Redattore

CLICCA QUI PER DONARE LIBERAMENTE

 

https://www.paypal.com/donate?hosted_button_id=CATWFZUQUP2BN 


0
0
0
s2smodern

Editoriale

 

Riconquistare la sovranità

di Adriano Tilgher

Vedo un sistema di potere drammatico, anzi, addirittura tragico per le prospettive di vita che ci lascia intravvedere e che addirittura, in parte, annuncia. Poi mi accorgo che inizia a manifestarsi una complessa volontà di opposizione, talvolta anche radicale, ma che si agita scompostamente sia, per fortuna, con idee valide ma il più delle volte senza una prospettiva reale di lotta e di confronto che rischia di annullare tutti gli enormi sforzi che si producono.

Leggi tutto...

La Spina nel Fianco

 

Destra divina che è dentro di noi

Dall'archivio di "Strano ma Nero" voglio far uscire alcune perle che sono sicuro susciteranno stupore (e indignazione) in molti lettori, voglio parlare di un uomo che Pietrangelo Buttafuoco ha definito "Il più ruvido incazzoso squadrista che mai calendario abbia potuto avere”, Francesco Forgione, meglio conosciuto come San Pio da Pietrelcina. Forgione nasce a Pietrelcina, provincia di Benevento, il 25 maggio 1887.  Il 22 gennaio 1903, a sedici anni, entra in convento e da francescano cappuccino prende il nome di fra Pio. Diventa sacerdote sette anni dopo, il 10 agosto 1910. Nel 1916 i superiori pensano di trasferirlo a San Giovanni Rotondo e qui, nel convento di S. Maria delle Grazie, ha inizio per Padre Pio una straordinaria avventura di taumaturgo e apostolo del confessionale. Il 20 settembre 1918 il cappuccino riceve le stimmate della Passione che resteranno aperte, dolorose e sanguinanti per ben cinquant’anni.

Leggi tutto...

Questo sito si serve di cookies tecnici e di terze parti per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'uso dei cookies.