8 marzo

Non so se mi devo vergognare, ma in questa epoca di relatività assoluta a me continuano a piacere le donne. E mi piacciono tutte a prescindere dalla loro avvenenza fisica o dal loro fascino. Mi piacciono per il loro mondo diverso dal mio, per i loro desideri diversi dai miei, per la loro profonda femminilità fatta di mistero e passione, per un universo tutto da scoprire che si intravvede nella profondità dei loro occhi. E quando questo universo si inizia a disvelare ti rendi conto che è ancora più profondo e la tua felicità sta nel perdersi insieme in questo enorme caldo mare.

Ma quante sono le donne, quante femmine sono consapevoli del loro essere donne, della loro forza, della loro profondità. Spesso si perdono nel volere imitare e scimmiottare gli Uomini, quest’altra genia di esseri in via di estinzione che ritengono che il loro ruolo sia legato esclusivamente ai loro genitali e confondono l’uomo con il maschio e non capiscono quali ricchezze perdono nel non vedere tutto il mondo che si nasconde dietro gli occhi di una donna.

Oggi voglio festeggiare le Donne e voglio ringraziarle per i sogni che ci regalano e per le sorprese che ci riservano. Siate orgogliose di essere Donne, difendete e preservate il vostro mondo, ma non rinunciate mai ad essere voi stesse perché noi abbiamo tanto bisogno di voi e possiamo donarvi tutto quello che desiderate.

Io vi idealizzo ma voi cercate di rimanere degne di questa idea.


0
0
0
s2smodern

Editoriale

 

Corinaldo: una grande tragedia, una società da cambiare

di Adriano Tilgher

Sproloqui, paroloni, lacrime, dolore all’immane tragedia di Corinaldo. Poi guardi la foto di quegli adolescenti morti e diventi triste e una rabbia cieca e sorda ti assale. Possibile che dei quasi bambini debbano morire in quel modo?  È concepibile che dei genitori abbiano potuto accompagnare o addirittura mandare soli dei minorenni in quella bolgia infernale per sentire un tizio autolesionista che canta canzoni stupide piene di oscenità e votate al male?

Leggi tutto...

La Spina nel Fianco

 

Su Sfera Ebbasta

Corinaldo è un comune italiano di circa 5000 abitanti nella provincia di  Ancona, famoso per aver dato i natali a Santa Maria Goretti, da sabato  scorso il nome del piccolo comune sarà legato ad un altro Martirio,  quello di 5 adolescenti ed una giovane madre, martirizzati in nome di  una società, che più che "Dei Consumi" consuma, e più che libertaria, è  divenuta libertina.

Leggi tutto...

Questo sito si serve di cookies tecnici e di terze parti per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'uso dei cookies.