Dizionario zoom

Dove “resta” la cultura Il nuovo “Dizionario Biografico degli Italiani”

 L’ 88° del “Dizionario Biografico degli Italiani” ripete, conferma e ribadisce nelle voci di storia contemporanea i difetti e le disfunzioni denunziati nei precedenti volumi: prolissità e faziosità.

    Non mancano poi gli errori: quello più clamoroso attiene nella scheda “Rocca Agostino” il nonno materno.  Seguendo l’essenziale lavoro di Mario Missori, Governi, alte cariche dello Stato, alti magistrati e prefetti del Regno d’Italia p.367, si chiamava Felice Sismondo (1836 – 1912) e non Filippo ed aveva ricoperto la carica di comandante dell’Arma dei Carabinieri tra il 1900 ed il 1904 e non tra il 1904 e il 1908.

   Le pagine 70 – 73 e 73 – 76 sono dedicate a 2 affettuose e reverenti voci, attinenti il fondatore del Partito della sinistra cristiana, dopo l’uccisione di Moro, critico per lo strappo con l’Unione Sovietica, Franco Rodano, e il pedagogo, “fortemente connotato ideologicamente”, Gianni Rodari.

   Non può sfuggire, segno del timbro politico vincolante, la presenza solo nell’edizione on line della rivisitazione dello storico monarchico Niccolò Rodolico.  

  Inelegante e maligna nel profilo dedicato al grande filologo Ettore Romagnoli, macchiato dalla sua adesione al fascismo, la sottolineatura dei funerali svoltisi “a spese del governo”.  

    All’opposto è da respingere per l’aprioristico settarismo il profilo riguardante Rosario Romeo “sempre aspramente anticomunista”, predisposto da Paolo Macry.

   Scontati e segnati da un indelebile marchio ideologico risultano i tributi  adulatori, riguardanti artisti organici ai disegni egemonici della sinistra, a preti “rossi”, a politici del PCI o a “rivoluzionari” utili alla causa, quali Luca Ronconi, Luigi Rosadoni, Francesco Rosi, Roberto Rossellini , Mauro Rostagno e Giovanni Roveda.

   Le 10 colonne della voce “Ernesto Rossi” attengono ad un uomo, sinceramente idealista ma soprattutto sognatore, vessillifero di ideali utopistici.


0
0
0
s2smodern

Editoriale

 

Ancora sulle elezioni americane

di Adriano Tilgher

Quante strane cose osserviamo ogni giorno, quante strane notizie leggiamo sul web e non ci è mai dato sapere quali siano vere e quali false. È facile essere indotti in errore. Durante il periodo di clausura forzata per l’epidemia ci hanno bombardato di pubblicità televisiva per costringerci a leggere soltanto i giornaloni di regime, perché gli unici che dicono la verità. Poi, a nostre spese, ci siamo resi conto di quanto questa affermazione fosse falsa. Come destreggiarci tra le milioni di informazioni che quotidianamente ci raggiungono? Su cosa basare la nostra consapevolezza?

Leggi tutto...

La Spina nel Fianco

 

De-Struttura-Azione

Con la caduta delle ideologie novecentesche e il manifestarsi dell'ideologia liberista come unica ideologia applicata ed accettata si sente la necessità della costituzione di un patto federativo delle molte realtà territoriali non allineate, ma come strutturarle? A destra si tende ancora a ricercare la figura del leader carismatico, a sinistra si ricercano le "consorterie", nella peculiarità tutta italiana del Movimento 5 Stelle, grande enfasi veniva posta sulla teoria, dell’uno vale uno, in pratica Grillo e Casaleggio dispotici leader del movimento predicavano gruppi senza leader e senza struttura come principale forma organizzativa.

Leggi tutto...

Questo sito si serve di cookies tecnici e di terze parti per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'uso dei cookies.