Babbo Natale shh

Nella società in cui manca Gesù spadroneggiano Babbo Natale e Mamma Befana

E' sempre più arduo spiegare ai piccini che Gesù bambino non è Babbo Natale da giovane. Questo perché la scuola elementare assolve sempre meno alla propria funzione. Forse perché i fanciulli vi giungono già confusi dalla pressante frenesia commerciale. Quella che vede nel Natale “un modo per risollevare il mercato interno...l'economia”. In questa visione econometrica la spiritualità cede il passo al consumo, di beni ma anche di sentimenti, amicizie, frequentazioni. Gli ideali vengono narcotizzati, e grandi e piccini pensano per un momento che lo Stivale si possa trasformare nel paese dei balocchi.

Il figlio di Dio, nel cui nome si fa il presepe, diventa un veicolo per spalancare la porta di casa ai doni: sciarpe, maglioni, giocattoli, bevande, elettronica, buoni d'acquisto... Così viene taciuto (dimenticato) il fatto che crescendo Gesù abbia deciso di scacciare i mercanti dal tempio. Anzi a qualche commerciante torna utile sovrapporre l'omone rosso con barba bianca al piccino nato in Palestina, le renne a bue e asinello. Un Gesù ridotto a postino, a cui scrivere una lettera di desideri che potrebbe trovare risposta in Babbo Natale o nella sua consorte Befana.

In questa finzione consumistica si rischia (ma è già avvenuto) che il bambino non percepisca (anzi perda) il senso del dono. Deviato da una società che spinge a considerare migliori i genitori che fanno regali più grandi e costosi. E sembra, nonostante l'aumentata e diffusa povertà, sempre più arduo fermare l'acquisto indiscriminato di beni. Intanto l'obsolescenza programmata trasforma anche uomini e donne in eterni bambini in attesa di nuovi cellulari e diavolerie informatiche... si narra possa presto arrivare l'Iphone che trasmette la nostra immagine per ologrammi.


0
0
0
s2smodern

Editoriale

 

A chi appartiene il domani?

di Adriano Tilgher

Io non so se questa pandemia sia vera o inventata, non so se sia stata creata in laboratorio o trasferita dai pipistrelli, non so dove inizi la verità e dove la menzogna (che i più schiavi di tutti chiamano “fake news”), ma soprattutto non so dove andremo a finire. Sicuramente so che di questo Covid 19 pochi sanno qualcosa che viene spesso trasformata e imbrogliata da chi, al servizio di interessi terzi, ha inteso approfittarne per incutere terrore nella gente affinché tutti accettassero di non vivere per evitare di morire.

Leggi tutto...

La Spina nel Fianco

 

No Vax no Dux

30 maggio 1431 Giovanna d'Arco morì arsa viva dopo un processo per eresia. 14 maggio 2020 la deputata del gruppo misto Sara Cunial, eletta con il movimento 5 stelle, ed espulsa ad aprile 2019 ha tenuto un discorso alla Camera, in cui ha criticato il governo per la gestione dell’emergenza coronavirus. Nella lettura del discorso, tenuto con voce tremolante ma di forte impatto emotivo, ha sferrato un attacco diretto al Presidente del Consiglio Conte, al Presidente della Repubblica, a Big Pharma a Bil Gates e a tutto ciò che gira intorno a varie teorie, considerate di controllo da alcuni, e di complotto da altri.

Leggi tutto...

Questo sito si serve di cookies tecnici e di terze parti per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'uso dei cookies.